MUSAE - Museo Urbano Sperimentale d'Arte Emergente
Museo Urbano Sperimentale d'Arte Emergente  
Vai alla homepage di Musae Programma ed Eventi Musae Contenuti online, gallerie immagini, video, altro alcuni Artisti selezionati da Musae Bando di selezione Musae Informazioni relative a Musae Press Kit e Rassegna Stampa Contatta lo staff del Museo Urbano Sperimentale d'Arte Emergente
profilo dell'artista - Museo Urbano Sperimentale d'Arte Emergente.
 
 
Profilo dell'artista
LILI REFRAIN
 

   

     

     

Lili Refrain č una giovane performer musicista sperimentatrice di suoni che avvia un progetto solista nel dicembre 2006 con la performance The Birch Chant, riflessione musico-gestuale sul panorama multisfaccettato delle follie metropolitane. Da qui in poi la sua indagine sonora si evolverā in una ricerca vocale che farā tabula rasa del verbo, riducendo l'espressione e il gesto a puro suono e rendendo la voce strumento tra il lirico e il grottesco, tra l'urlo e il sussurro. L'estemporaneitā vocale si libera su paesaggi di corde pizzicate, strappate, arpeggiate, percosse, strofinate, urlanti vibrazioni stratificate, quasi ossessivamente, in orizzonti contrappuntistici dove consonanza e dissonanza camminano a braccetto tra fitti tappeti sonori e improvvisi silenzi. Oltre all'attivitā performativa la Refrain stringe una fertile collaborazione con il poliedrico artista visivo Francesco Viscuso con il quale si avventura nei meandri della sperimentazione video artistica, fotografica, pittorica, coreografica e coreutica musicale in opere che sfiorano la visionarietā surrealista sotto la spinta di una forte poetica dada. Il 7/07/2007, in occasione del Live Earth, Lili Refrain esordirā nella sua cittā davanti all'altare della Basilica di S.Giovanni in Laterano durante l'esecuzione di una performance per Seven Words, opera scritta e diretta dal Maestro Cristiano Serino per violoncello, orchestra e coro che, in quell'occasione, vedrà la straordinaria presenza del London Oratory School Schola. Nel Dicembre 2007, Lili registra il suo primo cd in studio alla Hombrelobo di Roma. Autodefinisce il suo genere come ShippingHead, inglesizzazione del termine siciliano Scippatesta.
Oggi Lili studia diverse tecniche tra cui il canto armonico, il canto popolare e il canto lirico, e approda nei territori dei loop per costruire tappeti sonori su cui improvvisare.

 

 

   

per ulteriori informazioni contattateci
 

arte
Salve questa pagina su Facebook Salva MUSAE - Programma su Google Salva MUSAE - Programma su Delicious Salva questa pagina su LinkedIn Digg Musae Programma Stumble Upon MUSAE - Programma Aggiungi Musae ai tuoi preferiti. Iscrizione newsletter Collegamenti ad amici, collaboratori e persone/progetti graditi. sponsorizza MUSAE